Elettricista Firenze CHE COSA È LA FASE

Capire e saper usare la fase elettrica

Per iniziare a manovrare i fili di un impianto elettrico e quindi liberare il desiderio di fare qualcosina con le proprie mani in tale ambito, è necessario conoscere i dettagli basilari del mestiere ma in modo particolare iniziare a riconoscere quali siano i fili da prendere in considerazioni e manovrarli con cautela , aggirando così un numero più elevato possibile di pericoli.

Impariamo un po’ di terminologia per passare poi al tanto amato aspetto tecnico.

ASPETTO TEORICO DELLA FASE

Negli articoli precedenti abbiamo imparato il significato di tensione e corrente elettrica, partendo da questi concetti prendiamo in esame un piccolo e semplice esempio per poter spiegare in maniera concisa e chiara il concetto di “fase”:

Prendendo in esame un carretto trainato da due cavalli,che chiameremo A,B, sappiamo che il nostro scopo è farli muovere nella stessa direzione al fine di trainare in modo veloce il carretto. Supponiamo che il cavallo A tiri verso la direzione opposta scelta dal cavallo B, a questo punto il carretto avanzerà con una velocità molto scarsa e non sarà possibile trainarlo in maniera ottimale. Con la stessa logica la tensione e la corrente elettrica(definizioni apprese negli articoli precedenti) hanno la necessità di “essere in fase” quindi di far in modo da diminuire ipotetiche differenze direzionali per garantire una potenza elevata. La formula utilizzata per il calcolo della potenza è:

Potenza = tensione X corrente

ASPETTO PRATICO: ED ORA… FASE , NEUTRO,MESSA A TERRA … COSA SONO E DA QUALE FILO SI INIZIERA’?

Siete al primo tête-à-tête con i fili del vostro impianto di casa, e tra tutti i colori dei diversi fili non sapete quale iniziare a prendere in considerazione e quale criterio seguire? Niente paura , siamo qui per aiutarvi in questa prima impresa epica. Iniziamo con il suddividere le operazioni in passi:

  1. Prima di tutto è necessario cessare la corrente elettrica , attraverso  il salvavita.
  2. Ora prendiamo in considerazioni i fili di un qualsiasi vostro punto luce della vostra casa.
  3. Notiamo che ci sono diversi fili ma i colori sono in prevalenza solo 3.
  4. I colori predominanti sono : blu, verde-giallo, marrone(in certi casi in sostituzione al marrone abbiamo il nero).
  5. Ogni colore identifica una tipologia di filo nel rispetto dell’ordine che segue:
    • I fili di colore giallo-verde sono i fili utilizzati per la messa a terra, successivamente ne spiegheremo il suo utilizzo.
    • I fili di colore blu invece vengono impiegati per il neutro , ed anche di questi verrà data una veloce spiegazione.
    • I fili neri oppure marroni(dipende dalla data dell’impianto) sono impiegati per la fase.

FILO MESSA A TERRA

Questo filo è utilizzato per la salvaguardia della salute delle persone che manovrano o meno i fili della corrente, scaricando eventuali scariche nel pavimento.

 

FILO NEUTRO

Un filo neutro ha il compito di fa ritornare la potenza ad un livello basso ovvero a 0, grazie a tale compito da esso svolto garantisce il passaggio di cariche elettriche nel circuito.

FILO FASE

Il filo che corrisponde alla fase è colui che contiene l’elettricità ed è molto pericoloso utilizzarlo, per questo ogni suo utilizzo deve essere fatto con estrema cautela. In alcuni impianti NON a norma di legge, il filo per la fase potrebbe non rispecchiare il colore che antecedentemente abbiamo indicato come di sua proprietà, per questo motivo onde evitare pericoli è necessario utilizzare uno strumento specifico che è “il cercafase”. Questo strumento è un cacciavite da una funzione diversa dal suo parente che tutti conosciamo , ovvero esso contiene un piccola lampadina che si illumina solo nel caso di contatto con il filo fase.